La (vera) pizza vegana? Si fa così!

I vegani mangiano la pizza? Potrebbe sembrare un quesito dalla risposta scontata ma è legittimo domandarselo, perché chi segue un regime alimentare vegano evita tutti i cibi derivati dagli animali, come carne, pesce, uova, miele, burro e latticini in generale. Ma alla pizza non si rinuncia neppure quando si sceglie di essere vegani, basta qualche piccola accortezza in più.

In occasione del Veganuary, la campagna lanciata nel 2014 nel Regno Unito per invitare le persone di tutto il mondo a seguire per un mese un’alimentazione vegan, proveremo a fare chiarezza su alcuni ingredienti necessari per preparare la pizza vegana e proporremo la nostra ricetta.

Come preparare la pizza vegana: gli ingredienti necessari

L’impasto della pizza è composto da farina, olio, acqua e lievito di birra. Quindi apparentemente potrebbe sembrare che gli ingredienti siano perfettamente in linea con il regime di alimentazione vegan. In realtà, non è proprio così. A volte, infatti, nell’impasto si aggiunge un cucchiaino di miele per attivare il lievito. Quindi, per preparare la pizza vegana, il primo accorgimento è di omettere totalmente questo ingrediente.

Per quanto riguarda l’agente lievitante, il lievito di birra fresco o secco è vegano? Il lievito di birra è composto da un gruppo di funghi, tuttavia in commercio esistono lieviti che possono provenire da fonti animali, o che contengono stabilizzanti di origine animale, quindi non in linea con la scelta vegana. Che fare?

  1. Acquistare un lievito che riporti la certificazione vegan;
  2. usare il lievito madre o pasta madre autoprodotta.

Dopo aver pensato all’impasto, come condire la pizza vegana?

Le opzioni sono moltissime; non pensiamo all’alimentazione vegana come ad una rinuncia. La dieta vegana, infatti, è ricca di sapori e colori, oltre che di abbinamenti speciali. Qualche idea?

  • Passata di pomodoro e fantasia di funghi
  • Crema di zucca, olive nere e radicchio
  • Mix di erbe di campo spadellate, o rape, pomodori secchi e olive
  • Crema di broccoli, zucca spadellata e cavolo nero
  • Pesto di rucola, asparagi e porri
  • Vellutata di ceci, zucca arrostita e olive nere.

Per dare un tocco croccante, nulla di meglio della frutta secca: spazio a nocciole, mandorle tostate intere, a lamelle o in polvere, oppure anacardi che arricchiranno di sapore e di ottime proprietà la pizza veg.

E se volessimo preparare la pizza Margherita vegana? Esiste la “mozzarella” di riso o di soia, ricavata dal riso o dalla soia, senza ingredienti di origine animale. Il risultato sarà identico. Stesso discorso per il parmigiano, che esiste in versione veg.

Perché preparare la pizza senza derivati animali

ricetta della pizza vegana

Non bisogna essere per forza vegani per apprezzare una buona pizza veg. A volte si ha solo voglia di assaggiare sapori diversi dal solito: la pizza vegana, infatti, spesso viene preparata facendo ricorso a farine di nicchia come quella di Timilia o quella di farro e può essere condita con ingredienti insoliti, come:

  • affettati vegani dal gradevole gusto affumicato e senza ingredienti di origine animale;
  • tofu, celebre come “formaggio di soia”, ottenuto, appunto, da questo legume;
  • seitan, detto anche “muscolo di grano”, un alimento altamente proteico ricavato dal glutine del grano tenero.

Altre volte, si sente il bisogno di disintossicarsi dalle proteine animali e, al contempo, di fare il pieno di verdure (soprattutto quando la pizza è a base di un mix di ortaggi e tanto pomodoro-).

Inoltre, non dimentichiamo che la versione vegan della pizza è meno calorica e più leggera della classica con pomodoro e mozzarella ed è povera di grassi, quindi andrà bene anche a chi è a dieta ma vuole concedersi uno sfizio: uno spicchio di pizza veg condita semplicemente con pomodoro, un filo di olio evo e origano soddisferà quella voglia senza grandi sensi di colpa.

Pizza vegana: la ricetta

A questo punto, ci è proprio venuta voglia di pizza vegan. La nostra versione è a lunga lievitazione, a base di lievito madre ed è semplice, condita con ingredienti di facile reperibilità, ma si adatta a ogni tipo di condimento: spazio alla creatività!

Ingredienti

Per condire la pizza vegana:

sale, pepe

Mandorle tostate a lamelle

Procedimento

Preparare l’impasto della pizza: versare le farine in una ciotola, aggiungere il lievito madre e l’acqua e mescolare. Impastare a mano o in planetaria con il gancio apposito per almeno 15 minuti. Infine aggiungere malto, sale e olio evo. L’impasto dovrà risultare liscio e omogeneo. Lasciar lievitare per 8-10 ore a temperatura ambiente (intorno ai 20 gradi). Il tempo di lievitazione varia con il variare della stagione.

Nel frattempo, preparare il condimento delle pizze vegane: cuocere i funghi in padella con olio e sale.

Dopo la prima lievitazione, rovesciare l’impasto su un piano di lavoro e lasciar riposare ancora per 30 minuti, coperto con un panno pulito.

Riprendere l’impasto della pizza e suddividerlo in porzioni di 180 grammi ciascuna. Riporre su un piano le porzioni in un contenitore distanziandole. Lasciar riposare ancora fino a lievitazione.

Una volta lievitati, stendere i panetti con le mani, formando i classici dischetti: iniziare a lavorare l’impasto dal centro, per formare il cornicione. Condire la pizza con un filo di olio.

Preriscaldare il forno alla massima temperatura (240 gradi) in modalità statica e inserire la pietra refrattaria. Disporre le pizze sulla pietra refrattaria rovente e cuocere per 5 minuti. Condirle con la crema di zucca pronta e i funghi e rimettere in forno per altri 5-7 minuti.

Una volta cotte, decorare la superficie di ciascuna con mandorle tostate a lamelle e un filo di olio evo a crudo.

Ordina online tutti i prodotti per prepararla e ricevili a casa:

Avvia una chat
1
👩🏻‍💼 Ciao! Come posso aiutarti?
Powered by