I segreti della pizza fatta in casa: 4 dritte indispensabili

Alta, sottile, croccante, con o senza cornicione, la pizza è un piatto che non conosce confini culturali né scelte alimentari. Amata in tutto il mondo, la pizza fatta in casa è una ricetta economica che ha persino il benestare di dietologi e nutrizionisti.

Questo semplice disco di pasta lievitata si trasforma in una vera alchimia di sapori: la base croccante e friabile accoglie un cuore morbido e ricco di gusto.

A seconda dei tipi di farina per pizza e degli ingredienti usati per condirla, è un tripudio per le papille gustative: dalla pizza classica con un gusto più semplice, alla sua variante golosa e condita, dalla versione dolce, fino alla pizza gourmet, ce n’è davvero per tutti i gusti. 

La storia di questo piatto ha radici nell’antichità: Greci, Romani ed Egizi preparavano focacce schiacciate simili alla pizza, ma nella versione che conosciamo oggi, la vera pizza è quella napoletana, inventata nel 1889 in onore della Regina Margherita di Savoia.

E, oggi, è considerata il simbolo dell’Italia nel mondo.

Da allora, diverse città italiane hanno declinato questo piatto e hanno brevettato la propria versione: dalla Liguria, passando per Roma, fino alla Sicilia, tutta la penisola è percorsa da mille varietà di pizze regionali condite con i sapori tipici del posto.

Quante volte abbiamo ricevuto un invito che suonava più o meno così: “Andiamo a mangiare una pizza fuori”? La pizza, infatti, è sinonimo di convivialità, di amicizia, di cene in compagnia.

Ma, in questo periodo nel quale è più difficile prenotare un tavolo in pizzeria e gustare la classica pizza al piatto, condividendo il tavolo con gli amici, l’unica alternativa è mettersi in cucina e preparare la pizza in casa.

Come preparare la pizza in casa: la guida

I segreti della pizza fatta in casa

La verità è che preparare la pizza fatta in casa è gratificante e divertente, riempie le giornate e può offrire grandi soddisfazioni: è sempre una grande emozione assistere alla magia di un impasto che si crea dall’incontro di acqua, farina e lievito, aspettare con pazienza che cresca e sentire il profumo che si sprigiona dal forno durante la cottura.

È una grande passione che si nutre di esperimenti e tentativi, alla ricerca dell’impasto per la pizza perfetto. Come evitare di commettere gli errori più comuni?

Inauguriamo con questo post una nuova rubrica dedicata all’arte della pizza: ci sarà spazio per le ricette, ma soprattutto scopriremo insieme tutti i segreti della pizza fatta in casa.

Oggi vogliamo soffermarci su 4 consigli preliminari per un impasto casalingo a regola d’arte. Approfondiremo nelle prossime settimane tutti gli aspetti che riguardano il mondo della pizza.

1. Quale farina usare per la pizza fatta in casa

Il primo segreto riguarda i tipi di farine per pizza. Imparare a conoscerle, saperle scegliere e selezionare a seconda del prodotto finale che si intende ottenere è un aspetto cruciale per la riuscita dell’impasto.

Le farine deboli non producono abbastanza glutine e sono più adatte per biscotti e torte. Al contrario, le migliori farine per pizza sono quelle forti, ovvero le farine per panificazione, possibilmente macinate a pietra e poco raffinate, adatte agli impasti lievitati, perché contengono una grande quantità di glutine. In seguito alla formazione dell’impasto, infatti, la maglia glutinica conferisce la giusta elasticità, è in grado di sostenere l’impasto e ha il compito di trattenere i gas che si formeranno in seguito alla fermentazione determinata dal lievito di birra.

Ecco perché è importante saper scegliere e acquistare il tipo di farina per pizza più adatto. In questo caso, è consigliabile ricorrere all’acquisto online, un servizio che consente di procurarsi le migliori farine per pizza, senza muoversi di casa. 

Dopo aver scelto la farina, è bene riflettere su un altro aspetto: la lievitazione della pizza.

2. Preparare la pizza: i giusti tempi di lievitazione

Gli impasti lievitati hanno bisogno di tempo e di pazienza. Non rispettare il tempo di riposo sarebbe un grande errore.

Le tempistiche sono correlate soprattutto al tipo di lievito usato (anche se non è l’unico aspetto). C’è differenza tra un impasto per pizza con il lievito madre  e un impasto a base di lievito di birra fresco o secco.

Quando un impasto è pronto per essere steso? La verità è che non esistono tempistiche standard. Tutto deriva dalla propria esperienza e dall’impasto.

Quando avrà triplicato il suo volume e quando, facendo un’impronta con il dito, il segno resterà senza tornare indietro, l’impasto potrà esser steso rigorosamente con le mani.

A questo punto, è bene pensare a come farcire la pizza.

3. come farcire la pizza fatta in casa

Tra i segreti per preparare la pizza fatta in casa come in pizzeria, la farcitura è quell’elemento che conferisce carattere al prodotto finale. Ecco perché è di cruciale importanza selezionare materie prime di qualità per farcire la pizza.

Per preparare un’autentica pizza napoletana tonda, sottile e con il classico cornicione alto e gonfio, la tradizione richiede l’impiego di:

Se invece si prevede una pizza molto condita, con l’aggiunta di ingredienti vari come verdure, funghi, salumi o salsiccia, è bene calcolare che ciascuno avrà un tempo di cottura diverso: in alcuni casi si potrebbe valutare di cuocere prima ogni ingrediente separatamente e di adagiarlo sulla pizza solo a fine cottura.

4. La cottura della pizza fatta in casa

Nella preparazione della pizza fatta in casa, l’ultima vera sfida è rappresentata dalla cottura.

Solitamente, la cottura della pizza nei forni professionali avviene ad alte temperature per poco tempo, al contrario, il forno casalingo difficilmente supererà i 250 gradi. Quindi per evitare che la permanenza prolungata nel forno. necessaria per la cottura, trasformi la pizza in un disco bruciacchiato, è necessario mettere in atto un semplice accorgimento: usare una pietra refrattaria da mettere in forno alla massima temperatura con largo anticipo rispetto al momento in cui verrà infornata la pizza.

In ogni caso, solo l‘esperienza aiuterà a capire il comportamento del proprio forno e a cuocere la pizza correttamente.

I segreti della pizza fatta in casa: ingredienti e materie prime di qualità

Queste sono le nostre dritte per la pizza fatta in casa.

È possibile applicare piccole accortezze nelle varie fasi della preparazione, ma senza materie prime di qualità, il risultato finale non sarà di sicuro all’altezza delle proprie aspettative. Ecco perché, per una buona pizza fatta in casa, è consigliabile selezionare e acquistare i giusti ingredienti.

Ordina i nostri prodotti e ricevili a casa!

spesa a domicilio roma

Avvia una chat
1
👩🏻‍💼 Ciao! Come posso aiutarti?
Powered by